Progetto "Casa"

La prima esperienza di autonomia accompagnata

Durante gli scorsi anni la Cooperativa LA SPERANZA e l'Associazione AMICI DELLA SPERANZA hanno avviato una proposta rivolta alle persone diversamente abili inserite nei diversi percorsi per le quali si era inteso offrire opportunità di autonomia accompagnata e far sperimentare momenti di vita all'esterno del nucleo familiare.

2012: I PRIMI PASSI DI UN PROGETTO IMPORTANTE

L'esperienza veniva attuata in un immobile messo a disposizione dal Comune di Villasanta che però, dal 2012, non è più stato disponibile.
A fronte di questa nuova situazione, la Cooperativa e l'Associazione, intenzionate a continuare l'esperienza, si sono attivate per trovare una soluzione alternativa.
Desiderio di tutti era quello di trovare un appartamento sito in un condominio nel Centro storico di Villasanta poichè la stessa collocazione sarebbe stata la condizione di base per poter tessere rapporti con i condomini e permettere ai ragazzi e alle ragazze, fruitori dell'appartamento, di muoversi in autonomia parziale o totale sul territorio.

  • Leggi tutto ...
    Dopo un'accurata ricerca tra alcune possibili soluzioni che erano state individuate, si è arrivati a optare per un appartamento proprio ubicato nella zona centrale di Villasanta, vicino ai vari servizi locali (negozi e supermercato, bar, ufficio postale e banche, chiesa parrocchiale) e con facile accesso al parco di Monza tramite l'accesso di Villasanta.
    L'anno 2012 è stato utilizzato per formalizzare gli atti amministrativi preliminari che hanno permesso di iniziare a far sentire come "propria" questa nuova "CASA", la cui definitiva acquisizione, in comproprietÀ con l'Associazione "Amici della Speranza", è stata perfezionata con atto notarile nel gennaio 2014.
    Verso fine 2012 comunque le energie, previa autorizzazione della proprietà cedente, sono state indirizzate agli adempimenti per la ristrutturazione dell'appartamento al fine di renderlo adeguato alle necessità dei possibili fruitori.

    Si sono dovuti attuare una serie di accorgimenti per risolvere il problema delle barriere architettoniche esterne ed interne (per esempio la ristrutturazione completa dei servizi igienici e delle porte di accesso ai locali).
    In questa fase del lavoro ci si è avvalsi di collaborazioni diverse che, con i Responsabili delle tre realtà implicate anche e soprattutto finanziariamente, con vero spirito di servizio, varie competenze e, cosa ancor più importante, con "cuore", totale disponibilità ed in modo veramente "volontario", hanno permesso che il "sogno" diventasse "realtà".

OGGI: UNA REALTA' CONSOLIDATA

Oggi possiamo con grande gioia confermare che la storia continua, si è ampliata e consolidata.

Questa casa voluta con tenacia dalla Cooperativa LA SPERANZA e dall'Associazione di Volontariato AMICI DELLA SPERANZA è una realtà che, a partire dal settembre 2013, ha visto coinvolto il 99 per cento dei ragazzi della Cooperativa e dell'Associazione: sono 20 su 21 e anche i gruppi sono aumentati: un bel traguardo!

  • Leggi tutto ...
    Per una settimana al mese, da settembre a giugno, 5 diversi gruppi di ragazzi si ritrovano per fare l'esperienza di "autonomia accompagnata" e sperimentare, con regolarità dei momenti di vita all'esterno del nucleo familiare.
    Questa esperienza, ha attivato "energia vitale" tra i ragazzi, energia che viene convogliata nel "darsi da fare" per la preparazione della cena e della successiva colazione, con tutto ciò che questo implica: decisione su cosa mangiare, fare la spesa, cucinare e ovviamente ... mangiare (questo, inutile dirlo, è sempre un grande momento di convivialità), sparecchiare, riordinare e preparare il proprio letto.

    Anche la cura di sé è un momento importante per imparare ad essere più autonomi, sia per accrescere un'immagine estetica positiva di sè.

    Il dopo cena poi è diventato, un pò per tutti i gruppi, un momento significativo per accrescere l'appartenenza al gruppo, per vedere qualche film insieme o per invitare volontari, conoscenti o parenti.
    Tutto ciò serve per vivere delle serate in allegria e per confermare, consolidare ed allargare la rete sociale, tenuto conto che ogni persona che arriva porta stimoli sempre nuovi per ogni ragazzo.

    Inevitabilmente gli obbiettivi sono differenti per ogni persona coinvolta: la cosa più importante e significativa e che "allarga il cuore" è che ognuno fa ciò che può con il massimo impegno e la gioia di sperimentarsi.
    Questo è sicuramente l'obiettivo raggiunto da tutti: quello più bello!

    Di questa esperienza ne hanno diversi benefici anche le famiglie: la possibilità di avere una serata da vivere come "coppia" tutta per sè, una gioia nel vedere i propri figli "crescere in piccoli passi di autonomia", "un aumento di speranza" nel continuare a sperimentare di non essere soli nell'avventura della vita coi propri figli!

Video e Immagini della CASA

"Rapportarsi ad ognuno secondo quanto può, invece di esigere da lui ciò che non gli è possibile"